ESOTERICA - A cura di Attilio Mazza
Tutti i diritti riservati

LE DOMANDE DEGLI SPIRITI



Giorgio di Simone, «L’Anticamera di Dio. I testimoni dell’immortalità»,
Edizioni Mediterranee, 152 pagine, € 12,50

Giorgio di Simone, professore universitario, parapsicologo, cofondatore del CIP di Napoli, Premio 1980 per la Parapsicologia , è personaggio assai noto non solo a quanti seguono questo particolare settore. Ha infatti pubblicato innumerevoli articoli su riviste e libri di successo editi dalle Mediterranee di Roma fra cui: «Rapporto della Dimensione X», «Il Cristo vero», «Dialoghi con la Dimensione X ».
L’ultimo suo lavoro, edito sempre dalle Mediterranee, s’intitola «L’Anticamera di Dio. I testimoni dell’immortalità» e apre una forma di comunicazione sostanzialmente inedita: quella fra trapassati ed esseri umani ai quali chiedono una risposta alle loro angosce dopo il trauma dalla morte e di conoscere come procedere nella ricerca della Luce.
E’ un testo rivoluzionario, sotto un certo profilo, e dimostra come le comunicazioni che provengono dall'aldilà non solo disegnino la continuità di un'esistenza difficile da definire, ma la continuità della ricerca da parte dello spirito immortale dei trapassati. Come avvenga la costante evoluzione descrive, con parole razionalmente comprensibili e suggestive, l’entità presentatasi come René Théophile Laennec, medico francese inventore dello stetoscopio, morto nel 1826:«Questa Luce che vedo venire da me spirito è una parte della verità della mia interiorità e di quella di Dio. Questa Luce è per me l'oggettiva manifestazione della totalità del Reale al di fuori di me spirito … Per me non esiste che una sola verità, che si suddivide all'infinito, che si adatta a tutti i gradi di materialità, a tutti i livelli dell'evoluzione, a tutte le Leggi spirituali e materiali, essendo la materialità un grado di spiritualità dell'inizio, della partenza. Esiste soltanto ciò che è spirituale, cioè onde, vibrazioni di onde luminose, che sono “pensieri”, pensieri di Dio… E’ la Vita questo infinito ed eterno mosaico, al cui “assemblaggio” ognuno partecipa… In me la vita letteralmente esplode… Posso appena farvi capire ciò che vivo, che già questo passa ad un gradino superiore ad un livello più oggettivo di realtà…  Per me l'assoluto è relativo! Evolvo in un assoluto condizionato, imprigionato dal mio livello evolutivo… Ah le parole!…».
Sinora scrive Di Simone, «il flusso delle conoscenze metafisiche di matrice trascendentale, dovuto alle grandi medianità storiche, ha seguito regolarmente, e in maniera apparentemente logica, il sistema della trasmissione uni-direzionale di un flusso di informazioni che aveva, come unica fonte, gruppi di “entità” spirituali, tranne rarissimi e brevissimi casi di inversione di tale flusso, ed è qui che si è improvvisamente manifestata una nuova possibilità di dialogo tra noi e “loro”».
In sostanza sono gli spiriti che chiedono agli uomini informazioni sulla ricerca che devono compiere per raggiungere la Luce. Non tutte le anime, dopo il trapasso, sono consapevoli della loro condizione e del loro futuro. Molte si trovano in una sorta di limbo e s’interrogano sul loro stato e sul percorso che devono compiere; si pongono interrogativi e chiedono a un gruppo di viventi, attraverso canali di comunicazione, di essere informate come raggiungere la Luce , una conoscenza che appare sempre più lontana pur essendo la Luce presente in ciascun essere.
E’ la prima volta che si hanno notizie di gruppi di anime riunite per porre all'Autore, tramite il channeling, domande sui primi incerti passi compiuti nell'altra dimensione. Il libro documenta, dunque, l’evento della grande comunicazione bidirezionale, tra l’oltre la vita e il nostro mondo e ci informa come acquisire la conoscenza nella nostra dimensione e aiuta soprattutto a capire l’altra. Come non ricordare, a proposito della costante acquisizione di conoscenza, il celeberrimo verso di Dante?: «Fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtude e canoscenza».

Per l’acquisto del volume o per un contatto diretto con la casa editrice, questo l’indirizzo e−mail:

press@edizionimediterranee.it